martedì 31 luglio —  ore 20:45 — Cercivento / Cjase da int

Robert Lehrbaumer

Date

Tra la Valcalda e la Valle del But sorge Cercivento, dove circola il vento, curcum ventum come recita il latino popolare. Il paese accoglie le abitazioni tra le più belle ed antiche della Carnia, come le case Citars (1577), Tiridin (1634), Morassi (1690), Vezzi e Pitt. Tra i luoghi d’interesse più frequentati, l’antica Pieve di San Martino, le cui prime notizie scritte risalgono al primo Trecento.

UNA BIBBIA A CIELO APERTO
Tre percorsi biblici a tema (10 momenti fondamentali della storia della salvezza, la via di Maria, la via della Misericordia) e tre opere (il Giudizio Universale, il Buon Samaritano e la Trasfigurazione) realizzate in mosaico, fotoceramica ed esposte sulle pareti di case private ed edifici pubblici. La Sacra Scrittura diviene percorso culturale e di riflessione spirituale, valorizzando le bellezze architettoniche di questo piccolo borgo di montagna.

LA FARIE DI CHECO
È un’antica fucina con meccanismi azionati ad acqua del XVI secolo, completamente ristrutturata e perfettamente funzionante. Rappresenta un riuscito esempio di recupero edilizio di antichissimi insediamenti.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

F. Liszt
Valse-Caprice n. 6 da Soirées de Vienne

J. Brahms
16 Valzer Op. 39

F. Schubert
Improvviso n. 4 in la bem. magg. D 899

G. von Einem
Selezione di composizioni in occasione del centenario dalla nascita

Il pianista austriaco Robert Lehrbaumer, tra gli interpreti più ammirati della sua nazione e tra i più poliedrici sulla scena internazionale, offrirà un recital incentrato sulla danza più tipica della regione austriaca: il valzer, inframezzandola a Capricci, Improvvisi e a un omaggio al compositore, anch’esso austriaco, Gottfried von Einem.
Ad anticipare un’accurata selezione di sue composizioni per pianoforte solo, minore rispetto alle opere e alle musiche di scena che compongono larga parte della sua produzione, ma non meno interessanti per lo stile personale, saranno un trittico di grandi quadri dei prodromi della tastiera.
Liszt con un brano dalle Soirées de Vienne, offrendo così anch’egli la sua offerta alla capitale austriaca, il ciclo di sedici Valzer che recuperano le atmosfere del Ländler a firma di Brahms e l’ultimo della serie di quattro Improvvisi di Schubert, composti durante un soggiorno del compositore in Austria, precisamente a Graz nel 1827.
Pianista pluripremiato e richiesto, specializzato nel repertorio di autori nordici, Lehrbaumer saprà trasmettere tutto il personalissimo carattere musicale degli autori in programma.