Notice: Undefined offset: 0 in /home3/mycarnia/public_html/carniarmonie/wp-content/themes/ppo_carniarmonie/single-spettacoli.php on line 35

Notice: Trying to get property of non-object in /home3/mycarnia/public_html/carniarmonie/wp-content/themes/ppo_carniarmonie/single-spettacoli.php on line 35

sabato 26 giugno —  ore 20:45 — Tolmezzo / Duomo di San Martino

Messa in Do min

W. A. Mozart

Date

La costruzione attuale del duomo di S. Martino di Tolmezzo fu edificata demolendo la chiesa precedente nel 1750, su progetto dell’architetto Domenico Schiavi, e venne consacrata nel 1764.
L’interno del duomo di Tolmezzo è in un’unica grande navata con cappelle laterali e presbiterio sopraelevato. Nel soffitto ci sono tre affreschi attribuiti ad Antonio Schiavi, fratello del progettista. Di Nicola Grassi, invece, un ciclo di pregevoli affreschi databili 1731-32, commissionati da Giacomo Linussio e aventi come soggetti: gli Apostoli, la Madonna, il Salvatore, Sant’Ilario, la Crocifissione. Ulteriori pregevoli manufatti impreziosiscono l’importante luogo sacro.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

W. A. MOZART
Sonata da chiesa in Do magg. K. 336, per organo e orchestra
Sonata da chiesa in Do magg. K. 329, per organo e orchestra
Messa in Do min. K. 427 per soli, coro e orchestra
Kyrie
Gloria — Gloria in excelsis Deo, Laudamus te, Gratias agimus tibi, Domine Deus, Qui tollis peccata mundi, Quoniam tu solus Sanctus, Jesu Christe – Cum Sancto Spiritu
Credo — Credo in unum Deum, Et incarnatum est
Sanctus — Sanctus – Osanna, Benedictus – Osanna

Il CORO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA e la DOMKANTOREI DI GRAZ collaborano da alcuni anni in un progetto comune, nella condivisione delle esperienze e nei percorsi concertistici che già più volte hanno avuto modo di incrociarsi. Nel 2009 hanno cantato insieme nella Basilica di Pecs, in Ungheria, ne La Creazione di Haydn e nel Duomo di Tolmezzo nella Matthaus Passion di Bach.
Nell’ottica di uno scambio continuo di idee, risorse umane e esperienze concertistiche sognano un Euroregione culturale e molti sono i progetti che hanno in cantiere per il futuro. Nel 2011 saranno insieme in Israele e continuano nella monumentale fatica della realizzazione dell’intero ciclo delle 200 Cantate sacre di Bach. La Domkantorei nel progetto Bach XXI, cominciato nel 2000 è giunta già a metà dell’opera, mentre il Coro del Friuli Venezia Giulia ha da poco superato le 30 Cantate. La Messa in do minore di Mozart, con i suoi numeri a doppio coro, ben concilia questo spirito e si apre come una nuova sfida e un auspicio per sempre più proficue collaborazioni.

L’ORCHESTRA MITTELEUROPEA è una realtà di recente costituzione. Raccoglie l’eredità delle più recenti orchestre regionali radicandosi nel tessuto sociale del nostro territorio non precludendo collaborazioni e aperture verso i paesi che culturalmente ci sono affini da lustri: il nome infatti è frutto dell’idea di allargare i confini culturali grazie anche al contatto con talenti provenienti da nazione che fanno e faranno parte della Comunità Europea. La nuova Europa che ha fatto diventare il Friuli Venezia Giulia non più paese di confine ma centrale appunto “mittel”, ci offre l’opportunità di diventare traino di un progetto che affonda radici nella tradizione musicale europea.
Le capacità professionali assodate di un gruppo ormai storico di musicisti della nostra regione trovano così un nuovo slancio in un progetto di matrice europea, dinamico e innovativo senza preclusioni verso la “nuova” musica con l’ambizione di diventare un’istituzione musicale di riferimento per l’area mitteleuropea.

PAOLO PARONI nel corso della sua attività frequenta in pari misura l’opera ed il repertorio oratoriale, la musica antica ed il repertorio sinfonico romantico e contemporaneo essendo costantemente invitato a dirigere diverse e prestigiose orchestre sinfoniche e da camera di livello internazionale, a capo delle quali realizza altresì alcuni CD dedicati alla musica contemporanea. Da menzionare sono, tra gli altri, gli ingaggi presso storiche ed illustri istituzioni quali l’Orchestra Filarmonica Slovena, l’Orchestra della Radiotelevisione di Zagabria, l’Orchestra Filarmonica di Zagabria, la Capella Savaria, nota orchestra barocca presso la quale ricopre dal 2000 l’autorevole ruolo di “Direttore Ospite Principale”.