mercoledì 27 luglio 2011 —  ore 20:45 — Socchieve / Pieve di Santa Maria Annunziata di Castoia

Mario Brunello violoncello

Date

Nota con il toponimo di Castoia, quella di Santa Maria Annunziata è una delle più belle pievi della Carnia. La prima chiesa di cui si abbia notizia risale probabilmente al VI secolo mentre l’attuale edificio ai secoli XVIII e XIX. Tra i capolavori che ospita c’è la tela della Madonna degli Angeli di Nicola Grassi (1741). Si consiglia di visitare anche l’attiguo cimitero e la Maina affrescata da Gianfrancesco da Tolmezzo alla fine del XV secolo.

VISITA
Dalle 20.00 una guida sarà a disposizione per illustrare la chiesa e l’antico cimitero.

CENA
Prima o dopo il concerto è possibile prenotare in questi ristoranti:
Lungis, “Agriturismo in Già”, produzione propria (339 5474702)
Viaso, Ristorante “La Baita”, tradizioni del territorio (0433 801034)
Nonta, “Osteria di Nonta”, mangiare come una volta (338 5987306)

ARTE, CULTURA, LAVORO
Rassegna multidisciplinare presso il Centro Culturale di Socchieve. Per l’occasione l’esposizione potrà essere visitata anche dopo il concerto.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

J.S. Bach
Suite n.3 in do maggiore BWV 1009
Prélude – Allemande – Courante – Sarabande – Bourrées I e II – Gigue

G. Crumb
Sonata per violoncello solo
I. Fantasia. Andante espressivo e con molto rubato II. Tema pastorale con variazioni III. Toccata. Largo drammatico- Allegro vivace

J. Weir
Unlocked
I. Make Me a Garment II. No Justice III. The Wind Blow East IV. The Keys to the Prison V. Trouble, Trouble

J.S. Bach
Suite n.2 in re minore BWV 1008
Prélude – Allemande – Courante – Sarabande – Menuets I e II – Gigue

A. Sokolovic
Vez

Anonimo
Canti armeni per violoncello solo (trascrizione di Mario Brunello)
I.Hovern enkan (Soffiano i venti) II. Tchatchané (Danza popolare) III. Kali yerg (Canzone dei contadini) IV. Havun-havun (preghiera di Gregorio di Naek, sec. X)

MARIO BRUNELLO nel 1986 ha vinto il primo premio al Concorso internazionale Čajkovskij di Mosca nella categoria dedicata al violoncello. Si è esibito nelle maggiori sale da concerto del mondo, diretto da nomi di grande prestigio quali Claudio Abbado, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Carlo Maria Giulini, Eliahu Inbal, Marek Janowski, Riccardo Muti, Zubin Mehta e Seiji Ozawa. È molto attivo in formazioni cameristiche ed ha collaborato con solisti come il pianista Andrea Lucchesini e i violinisti Gidon Kremer, Salvatore Accardo e Frank Peter Zimmermann. Ha partecipato a festival jazz con Vinicio Capossela (con il quale collabora tutt’ora), Uri Caine e Gian Maria Testa e ha realizzato spettacoli teatrali con Maddalena Crippa e Marco Paolini. È il fondatore e direttore dell’Orchestra d’archi italiana. È docente presso i corsi estivi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena ed è Accademico di Santa Cecilia.Suona un violoncello Maggini del 1600 appartenuto a Benedetto Mazzacurati e successivamente a Franco Rossi, violoncellista del Quartetto Italiano. Dal 2008 è il direttore artistico del Concorso Internazionale per Quartetto d’Archi “Premio Paolo Borciani” di Reggio Emilia.