domenica 05 agosto —  ore 20:45 — Comeglians / Sala l’Alpina

Lo Swing tra America e Italia

Date

Comeglians è uno dei borghi autentici d’Italia e il suo nome viene fatto risalire dal Comelico. Nelle borgate storiche del paese ci sono alcuni palazzi storici. Dalla frazione di Tualis parte una suggestiva strada che risale il Monte Crostis. È la Panoramica delle Vette, un itinerario amato dagli appassionati di ciclismo che raggiunge quota 1900 m regalando una vista mozzafiato sulle montagne circostanti.

CASA DEL BOTER E PALAZZO DE GLERIA
La prima risale al 1579, ora luogo d’incontri culturali ed esposizioni, mentre la seconda è l’unica struttura carnica catalogata come Villa Veneta.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Lo Swing è “semplicemente” una costola del Jazz nata intorno agli anni Venti in America.
Fin qui nulla di eccezionale, se non che da qualche anno si sta assistendo a un fenomeno culturale degno di attenzione: il revival del genere. Nel nome del ritmo che abbatte ogni barriera, “Lo Swing tra America e Italia” è il pretesto per evidenziare anzitutto lo “spirito unificatore” che hanno in sé la musica e il jazz in particolare. Kansas City, New York, ma anche l’Italia, tra Oceano Atlantico e il Mediterraneo, la diffusione della musica improvvisata nelle sue svariate declinazioni, negli anni Venti avveniva a macchia d’olio, superando ogni confine e ogni censura. Ora ritorna, ritrovando anche nelle sue radici italiane, parte di quella natura che la fa libera, disinibita, coinvolgente, spensierata, irrefrenabile.
Questo racconteranno in musica i cinque musicisti del Roma Jazz 5tet, particolarmente efferati nel genere, e lo faranno anche attraverso aneddoti che contribuiranno a contestualizzare i brani, quelle musiche che fanno ormai parte integrante della colonna sonora della nostra vita. Una serata frizzante, esuberante e cadenzata dall’irresistibile ritmo dello Swing!