giovedì 04 agosto 2011 —  ore 20:45 — Moggio Udinese / Abbazia di San Gallo

FVG Mitteleuropa Orchestra
Dmitry Gordin pianoforte
Aldo Sisillo direttore

Date

Quest’anno iniziano le celebrazioni dedicate ai 900 anni di consacrazione dell’Abbazia di San Gallo che si chiuderanno il 16 ottobre 2019. L’Abbazia fu fondata infatti nel 1085 dal patriarca di Aquileia Federico di Moravia e consacrata dal patriarca Ulrico di Eppenstein nel 1119.

La storia della millenaria Abbazia ci ricorda momenti di splendore quali quelli citati nel documento del 1250 dell’Abate Ghiberto, con la minuziosa descrizione del complesso, a momenti nefasti quali quello del 1400 con il saccheggio da parte delle truppe di Ludovico di Teck, fino alla soppressione della stessa nel 1884 e l’acquisizione dei conti Mangilli – Leoni, fino al terremoto del 1976 e del 2001.

Oggi l’Abbazia dall’omonimo colle domina la vallata e incuriosisce lo sguardo del turista. Il sito abbaziale meta di pellegrini e visitatori si presenta con la chiesa, il chiostro, la Torre delle Prigioni e l’Antiquarium, piccolo museo dove sono stati raccolti i resti ritrovati nel sito abbaziale di epoca romana e altomedioevale.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

W.A. Mozart
Le Nozze di Figaro (Ouverture)

L.V. Beethoven
Concerto No. 5 (Imperatore) per pianoforte e orchestra
Allegro- Adagio un poco mosso – Rondò allegro
Sinfonia No.2 in re maggiore
Adagio molto – Allegro con brio Larghetto – Scherzo, Trio: Allegro, Allegro molto

ALDO SISILLO è stato invitato in qualità di direttore ospite da istituzioni sinfoniche italiane ed estere, tra cui L’orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestra Alessandro Scarlatti della RAI di Napoli, l’Orchestra Regionale Toscana, la Arturo Toscanini dell’Emilia Romagna, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, l’Orchestra Sinfonica di Bari, l’Istituzione Sinfonica Abruzzese dell’Aquila, l’Orchestra Sinfonica di Lecce, l’Orchestra sinfonica di S.Remo, l’Accademia Liszt di Budapest, Il Teatro Nazionale di Spalato, la Moscow Radio and TV Symphony Orchestra, l’Orchestra sinfonica della Radio di San Pietroburgo, L’European Union Chamber Orchestra, l’Armenian Philharmonic Orchestra, la New Haven Symphony Orchestra e il Festival di Ravello. Ha diretto in enti lirici quali il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro dell’Opera di Roma, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Bellini di Catania, il Teatro Nazionale di Atene, il Sofia Opera and Ballet. Ha inciso per la Fonit Cetra, la Naxos e l’Hermitage ed ha registrato numerosi concerti per la RAI. Ha inoltre composto musiche di scena per spettacoli teatrali presentati alla Biennale di Venezia, al Festival Mondiale di Nancy, al Festival di Santarcangelo, alla Rassegna dei Teatri Stabili di Firenze, al Festival della Valle della Marna di Parigi.

DMITRY GORDIN Nato a Mosca nel 1975, riceve la sua formazione musicale presso il Conservatorio Tchaikovsky. Ha studiato con Melena Stcheglova, Vladimir Krainer e Dmitry Nemirovsky, uno dei pupilli di Emil Gilels.
Nel 1991 debutta suonando il concerto nr. 1 di Liszt nella sala Grande del Conservatorio di Mosca: da quel momento si esibirà ripetutamente nelle più importante sale da concerto della sua città. Dal 2007 ha firmato un contratto di rappresentanza esclusiva con la Moscow State Philharmonic Society e nello stesso anno ha suonato in recitals e con orchestra in Italia, Cina e Polonia, con grande successo di pubblico e di critica; negli anni seguenti numerose sono state le sue presenze in teatri e festivals internazionali sia in Russia che in Croazia, Ucraina, Moldova, Repubblica Ceca, Montenegro, Stati Uniti.
Si è esibito sotto la bacchetta di importanti direttori quali: Veronica Dudarova, Pavel Sorokin, Yuri Bashmet, Vladimir Ponin e Fabio Mastrangelo.