mercoledì 02 Agosto 2017 —  ore 20:45 — Villa di Verzegnis, Pieve di San Martino

Eugenia Boix soprano
Anna Ferrer pianoforte

Dalla canzone italiana alla canción española

Date

Nel cuore del paese si erge la Pieve di San Martino, che si presenta in una veste architettonica settecentesca grazie a Domenico Schiavi di Tolmezzo, ma la cui fondazione come Pieve risale probabilmente all’VIII secolo. Al suo interno pregevoli arredi settecenteschi, come l’altare maggiore, con statue laterali dei Santi Pietro e Paolo e la statuetta del Redentore; il soffitto è decorato con affreschi di Antonio Schiavi di Tolmezzo, alla maniera del Tiepolo.A Villa di Verzegnis è sorto un parco d’arte contemporanea unico in Italia: qui opera Egidio Marzona, collezionista tedesco originario di Verzegnis. Da alcuni anni invita artisti internazionali, che rappresentano tendenze come l’Arte Povera, la Land Art e il Minimalismo, rifiutano l’isolamento dell’arte nei musei e, soggiornando in Carnia, realizzano sculture all’aperto.

LAGO DI VERZEGNIS
Specchio d’acqua di origine artificiale incastonato nel cuore di una verdissima valle. Percorrendo il ponte si può raggiungere la Madonna de La Salete e i borghi di Duebis e Pusea.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Musiche di
V. Bellini
F. P. Tosti
E. Granados
X. Montsalvatge
F. Mompou
M. de Falla

Romanze, arie e canzoni. Italia e Spagna si incontrano nelle profondità dello spirito latino che si manifesta idealmente nel legame di musica e parole.
Dal Romanticismo di Bellini al decadentismo fin de siècle di Tosti, per poi entrare nella poesia ispanica di quattro grandi autori come Granados, Montsalvatge, Mompou e de Falla, per un grande ciclo musicale e poetico che raggiunge il ventunesimo secolo. Le inflessioni delle due lingue romanze si intersecano così nelle particolarità delle tradizioni musicali di appartenenza, tra similitudini e diversità, per un confronto di grande interesse e suggestione.

A dar voce a questo programma il soprano Eugenia Boix, semifinalista al prestigioso concorso Operalia organizzato da Plácido Domingo e abile solista sotto la direzione di direttori come Sardelli, Goodwin e Sir Neville Marriner.

Al pianoforte Anna Ferrer, specializzata nella musica da camera e apprezzatissima solista, si è esibita con orchestre come l’Orchestra da Camera di Bucarest, Artur Rubinstein Orchestra Sinfonica, Orchestra Camerata di Mosca e Torun Symphony Orchestra.