domenica 19 agosto —  ore 9:30 — Tolmezzo / Duomo di San Martino

Dopo Messa

Date

La costruzione attuale del duomo di S. Martino di Tolmezzo fu edificata demolendo la chiesa precedente nel 1750, su progetto dell’architetto Domenico Schiavi, e venne consacrata nel 1764.
L’interno del duomo di Tolmezzo è in un’unica grande navata con cappelle laterali e presbiterio sopraelevato. Nel soffitto ci sono tre affreschi attribuiti ad Antonio Schiavi, fratello del progettista. Di Nicola Grassi, invece, un ciclo di pregevoli affreschi databili 1731-32, commissionati da Giacomo Linussio e aventi come soggetti: gli Apostoli, la Madonna, il Salvatore, Sant’Ilario, la Crocifissione. Ulteriori pregevoli manufatti impreziosiscono l’importante luogo sacro.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

D. Mecchia
Improvvisazione in stile barocco sul corale Nun danket alle Gott

D. Buxtheude
Fantasia sul corale Gelobet seist du Jesu Christ

O. Messiaen
Les enfants de Dieu da La nativitè du Seigneur

F. Liszt
Preludium und Fuge über den Namen B.A.C.H., S. 260

La Messa, oltre che un momento spirituale, è da sempre un collante sociale importantissimo per la popolazione montana. È proprio da qui, infatti, che nasce l’idea di abbinare al rito un breve intervento musicale di circa 30 minuti, corredato da introduzioni a cura degli esecutori, per rendere anche la musica un’esperienza di condivisione.
Un’iniziativa pensata per dare modo anche a coloro, che la sera difficilmente escono di casa, di ascoltare le note di alcuni organici storici, spesso poco suonati, ma di assoluto pregio per la Carnia.