domenica 15 luglio —  ore 20:45 — Dilignidis di Socchieve / Chiesa di San Gottardo Martire

Adalisa Castellaneta

Date

La chiesa di San Gottardo a Dilignidis risale alla seconda metà del XV secolo: è celebre soprattutto per la presenza della statua lignea della “Madonna col Bambino”, realizzata nel 1486 dallo scultore Domenico da Tolmezzo (1448-1507). La chiesa racchiude anche degli affreschi: in particolare un ciclo riemerso nelle pareti del coro. Sul fronte dell’arco di accesso al presbiterio troviamo invece altre due scene dipinte dal pittore Micolin (1849).

VISITA Dalle 20.00 sarà possibile visitare la chiesetta con una guida specializzata.

CENA Prima o dopo il concerto è possibile prenotare in questi ristoranti:
Lungis, “Agriturismo in Già”, produzione propria (339 5474702)
Viaso, Ristorante “La Baita”, tradizioni del territorio (0433 801034)
Nonta, “Osteria di Nonta”, mangiare come una volta (338 5987306)

L. Milán
Fantasia

M. Castelnuovo Tedesco
Escarraman, a Suite of Spanish dances from the XVI Century (after Cervantes) Op. 177

I. Albéniz
Granada
Cadiz

E. Granados
Danza n. 5

J. Rodrigo
Invocazione e danza (omaggio a Manuel De Falla)

È la Spagna la protagonista di questo recital chitarristico che abbraccia quattro secoli di storia, dalla prima metà del ‘500 alla fine del XX secolo. Da Luis de Milán, di cui si hanno poche notizie, ma si sa che lavorò per lungo tempo alla corte di Ferdinando D’Aragona a Valencia, a Joaquín Rodrigo, musicista e compositore non vedente, scomparso alle soglie del 2000 e grande ammiratore di Manuel De Falla, a cui dedica diversi lavori.
A tratteggiare con mirate composizioni per le sei corde l’evoluzione della scrittura in ambito impressionistico, intervengono Albéniz e Granados, compositori coevi e tra le massime espressioni della scuola musicale nazionale spagnola. Ad anticiparli nel programma, la Suite dell’italiano Mario Castelnuovo-Tedesco, di cui quest’anno ricorrono i cinquant’anni dalla morte, che s’ispira a Cervantes come omaggio a uno dei primi e massimi esponenti della letteratura spagnola.
La solista Adalisa Castellaneta, concertista e didatta rinomata, con una solida carriera alle spalle e spesso invitata a festival e stagioni di gran nomea, è prediletta esegeta di questo repertorio, in virtù della sua fine poetica, di un temperamento fervido e una tecnica ineccepibile.