Ulderica Da Pozzo
fotografa

Ulderica Da Pozzo ha iniziato a fotografare nel 1976 e nel 1980 è diventata fotografa professionista. Ha approfondito lo studio del linguaggio fotografico con Ferdinando Scianna, Gabriele Basilico, Oliviero Toscani, Franco Fontana.

Collabora e pubblica su testate di tiratura nazionale. Alterna all’attività professionale lavori di ricerca sui quali sono state realizzate numerose mostre.

Numerosi sono anche i suoi lavori monografici. Tra i più recenti: Malghe e malgari (2004), Noi giriam per questo contorno (2007), Fra mare e terra (2008), Le voci dell’acqua (2010), Fuochi. Gioventù e rituali in alta Carnia (2010), Luci a Nordest (2012) con Paolo Rumiz, Stanze (2013).

Alcune sue opere, scelte ad Arles da Claude Lemagny, sono conservate alla Bibliothèque Nationale di Parigi.

Nel 2002 ha vinto il Premio ‘FVG Fotografia’ del CRAF e nel 2011 ha partecipato alla Biennale diffusa di Trieste nella sezione ‘Fotografia’ curata da Italo Zanier.

Nel 2013 inaugura a Salars di Ravascletto la ‘Cjasa da Duga’, piccolo luogo dedicato alla fotografia.

Nel 2014 espone a Villa Manin nella collettiva ‘Il tempo dei fotografi’ e l’anno successivo partecipa a Milano alla mostra ‘L’immagine dell’Italia attraverso la fotografia’ curata da Vittorio Sgarbi e Italo Zanier per il padiglione Eataly a Expo 2015.

www.uldericadapozzo.com