domenica 31 luglio 2016 —  ore 20:45 — Pontebba / Teatro Italia

Viaje

Date

Pontebba, Pontêbe, Pontafel, nei tre idiomi parlati, è un centro abitato già in epoca romana. L‘ origine del suo nome non è del tutto chiara, alcuni sostengono derivi dall’etimo pons aquae, pons viae o Pontem viae, ossia una derivazione dal ponte, altri, invece, ritengono provenga dal torrente Pontebbana. Il comune, fino alla fine del primo conflitto mondiale, segnava il confine italo-austriaco. Pontebba inoltre è un ottimo punto di partenza per la scoperta di incantate valli montane e luogo ideale per attività sportive, come la corsa campestre e l’escursionismo.

PARCO TEMATICO “BOMBASCHGRABEN”
Il percorso mette in evidenza ciò che resta della linea degli avamposti e la prima linea difensiva costruita dalle truppe austroungariche durante il primo conflitto mondiale.

SETTEMBRE PONTEBBANO E SAGRA MERCATO
Antico mercato istituito dal Patriarca Bertrando in questo paese, per la sua posizione strategica dal punto di vista commerciale. È la sagra più sentita dai paesani e dai tanti ex residenti, che tornano al loro paese d’origine proprio in occasione di questa festa, durante la quale si conclude lo storico “Palio del Ponte”.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

P. Ros Passaggi (dedicato al MAC Saxophone Quartet)
P. Marzocchi Albanian song
M. de Falla Serenata Andaluza (arr. Valentino Funaro)
M. Zan / A. Pinto Chalana (arr. Luis Lanzarini)
Z. de Abreu Tico Tico (arr. MAC Saxophone Quartet)
C. Eleta Almaran Historia de un amor
E. Gismonti Karate (arr. Stefano Pecci)
R. Galliano Viaggio (arr. Alex Sebastianutto)
A. Piazzolla Vuelvo al sur
J. Girotto Morronga la milonga

Personalità timbrica, fantasia, gusto stilistico, versatilità e tecnica strumentale. Sono queste le caratteristiche del MAC Saxophone Quartet evidenziate nel loro ultimo progetto dal titolo Viaje, il viaggio, un intenso itinerario artistico che parte dalla Spagna e attraversa Argentina, Brasile, Panama e Venezuela. Le tinte forti, le melodie suadenti e i ritmi travolgenti che caratterizzano la tradizione musicale di questi paesi, prendono voce grazie alla straordinaria potenza comunicativa del sassofono, permettendoci di entrare in contatto con la meravigliosa cultura latina.
Da autori e interpreti noti rivisti in chiave sassofonistica, come Manuel De Falla, Astor Piazzolla e Richard Galliano, a compositori coevi che hanno scritto appositamente per questo organico, come Pepito Ros, Paolo Marzocchi e Javier Girotto, il progetto Viaje è un concentrato di danze esotiche, etniche e arti del movimento, come il tico tico, il tango, la milonga, in empatia con composizioni dal carattere più finemente poetico come Chalana, Viaggio e Passaggi. L’esito è una sintesi di variegate atmosfere sonore che bene ricalcano le molteplici personalità timbriche ed espressive proprie dello strumento creato da Adolphe Sax a metà Ottocento, oggi più che mai interprete delle nuove tendenze della musica contemporanea.

Il Mac Saxophone Quartet attualmente è uno dei quartetti di saxofoni più in vista nel panorama musicale italiano. A conquistare pubblico e critica è la travolgente energia espressa sul palcoscenico, la grande sensibilità, la perfezione tecnica e la versatilità stilistica che permette al MAC Saxophone Quartet di interpretare programmi musicali estremamente diversi fra loro.
I componenti del MAC Saxophone Quartet hanno al loro attivo collaborazioni con prestigiose orchestre sinfoniche come l’Orchestra Accademia del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra del Teatro Lirico Verdi di Trieste, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli. Svolgono inoltre un’intensa attività concertistica in Italia (Ravenna Festival, Biennale di Venezia) e all’estero (Russia, Slovenia, Brasile, Germania, Austria, Libano, Oman).