venerdì 17 agosto 2012 —  ore 20:30

Ampezzo, Voltois / Chiesa dei Santi Rocco e Bartolomeo

Tra Barocco & Novecento

maggiori informazioni

Voltois ha origini remote, si pensa addirittura romane e conserva intatte le caratteristiche dell’antico borgo medievale. La struttura abitativa ha mantenuto la classica fisionomia di un tempo, con pregevoli esempi di architettura carnica ancora perfettamente conservati. Si possono ammirare le caratteristiche dimore con arcate e ballatoi fioriti, un’atmosfera unica immersa nel silenzio della natura. Per gli appassionati di ciclismo la strada che porta a Voltois è un ottimo test di salita!

FESTA ALPINA
Nell’ultimo fine settimana di agosto in località Caprizi, vicino al corso del fiume Tagliamento, ricorrono i tradizionali festeggiamenti alpini: in mattinata S. Messa nella cappella di Caprizi e a seguire rancio, musica, pesca di beneficenza, cori e tanta allegria.

PINACOTECA DAVANZO
Ospitata al secondo piano di Palazzo Unfer, la pinacoteca ripercorre le tappe fondamentali della produzione artistica del pittore Marco Tiziano Davanzo.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

J. S. Bach / F. Busoni
Ciaccona in re minore BWV 1004

D. Scarlatti
Sonata in Mi magg. cod. Parma I:XV

V. Dikusarov
Scherzo in do diesis min.

P. Makkonen
Disco-Tango

V. Solotarev
Rondò capriccioso

J. S. Bach
Canzona in re min. BWV 588
Toccata e Fuga in re min. BWV 565

A. Puskarenko
Sonata n. 1

V. Trojan
Tarantella

ADOLFO DEL CONT è nato ad Aviano nel 1968. Ha studiato fisarmonica sin dall’età di sette anni con S. Cortella e successivamente con B. Flocco diplomandosi con il massimo dei voti; ha poi seguito numerosi corsi di perfezionamento con prestigiosi docenti. Si è distinto in importanti concorsi internazionali e ha tenuto numerosi concerti in tutta Europa, Russia e USA, presentando un vasto repertorio che spazia dal barocco ai contemporanei, in importanti stagioni concertistiche internazionali quali Amici della musica, Agimus, Muzicka Omladina di Kragujevac, The Music Centre di Detroit, Festival di Geilo (Norvegia) e di Niznij Novgorod (Russia), Carniarmonie, Estate Sulla Riviera in Croazia. Ha trascritto per fisarmonica classica opere di importanti compositori pubblicate dalle edizioni Berben di Ancona. È il direttore artistico della Rassegna Internazionale Fisarmonicistica di S. Vito al Tagliamento. Ha realizzato varie incisioni discografiche, tra le quali il CD “Classic Accordion” – bayan solo, con composizioni dal periodo barocco al contemporaneo, presentato anche su RAI Radio Tre.

MASSIMILIANO PITOCCO ha iniziato a 7 anni lo studio del bajan diplomandosi a Parigi nel ‘92 al Conservatorio Nazionale Superiore e nel ‘93 al Conservatorio della ville de Paris. Risultato vincitore di numerosi concorsi internazionali, ha suonato in importanti teatri come quelli di Monaco, Francoforte, Concertgebouw di Amsterdam, Bruxelles, Amburgo, Lisbona, Vienna, Parigi, Budapest, Konzerthaus di Berlino, Tonhalle di Zurigo, Città del Mexico, Sydney, Tokyo, San Paolo di Brasile, USA, e nei maggiori teatri italiani come il Parco della Musica a Roma, il Goldoni di Venezia, il Bellini di Napoli, il Verdi di Trieste, la Pergola di Firenze, la sala Verdi di Milano, il Massimo di Palermo, il Comunale di Bologna. Da anni suona anche il bandoneòn e si è dedicato al Tango in particolare alla musica di A. Piazzolla. Collabora con grandi musicisti e attori quali Milva, L. Bacalov, E. Morricone, I. Fedele, S. Bussotti, G. Kremer, N. Piovani, V. Capossela, M. Placido, D. Riondino, A. Margotta. Ha registrato colonne sonore per cinema e televisione e inciso per le case discografiche Wergo, Dynamic, Stradivarius, Sculture d’Aria, Riovoalto-Ducale, Wide, Azzurra e MAP.