giovedì 30 luglio 2015 —  ore 20:45

Verzegnis / Arena

Tal cîl des acuilis

maggiori informazioni

A Villa di Verzegnis Egidio Marzona, collezionista tedesco originario del luogo, ha ideato e realizzato un parco d’arte contemporanea che accoglie sculture di grandi dimensioni realizzate da artisti di fama internazionale.

Tal cîl des Acuilis” è sia il titolo del disco della cantautrice friulana Giulia Daici [secondo classificato alle “Targhe Tenco 2013” come miglior “Album in dialetto (e lingua minoritaria)”] sia il nome del concerto con cui ora l’artista sta facendo conoscere in giro il suo nuovo progetto artistico, spettacolo prevalentemente di musica in lingua friulana per raccontare il Friuli attraverso gli occhi di un’Aquila in volo. Parlando di sé stessa, delle sue emozioni e del suo legame con la propria terra, nei suoi brani in marilenghe Giulia diventa infatti anche specchio di tutta l’anima friulana, di cui l’Aquila è il simbolo per eccellenza.
L’album “Tal cîl des Acuilis”, venuto alla luce dopo due precedenti lavori di Giulia Daici contenenti brani inediti in lingua italiana, ovvero l’Ep “Attimi” nel 2007 e l’album ufficiale “E poi vivere” nel 2011- contiene dieci brani tutti composti in lingua friulana; di questi, sette portano la firma di Giulia (tra cui la title-track “Tal cîl des Acuilis” che ha fatto conquistare a Giulia il secondo posto al “Festival della Canzone Friulana 2012”), mentre tre sono di Simone Rizzi (che ha firmato anche la produzione artistica del disco).
Il progetto è stato presentato all’“Umbria Folk Festival” ad Orvieto (TR) e con un altro brano in marilenghe del disco nel 2014 è stata finalista del Premio nazionale per sole cantautrici “Bianca d’Aponte” ad Aversa (CE). A febbraio 2015 Giulia è stata inoltre l’ospite musicale della cerimonia di inaugurazione del “Fogolâr d’Irlanda” presso l’Istituto di Cultura Italiano a Dublino.

Giulia Daici è una cantautrice friulana che fa della musica il “ponte” tra il suo mondo interiore e l’universo che la circonda. Ha all’attivo la partecipazione a numerosi Festival e manifestazioni di carattere nazionale (tra cui “Musicultura Festival”, “Premio Fabrizio De Andrè”, “Biella Festival”, “Premio Lunezia”, “Premio Poggio Bustone”, “Premio Bianca d’Aponte”, il Mei, l’”Umbria Folk Festival” ed il Roxy Bar di Red Ronnie) ed anche internazionale (tra cui il “1° Convegno dei Giovani Italiani” a Londra e l’inaugurazione del “Fogolâr Furlan d’Irlanda” a Dublino) a cui ha partecipato cantando sia in italiano sia in lingua friulana.Ha pubblicato l’Ep “Attimi” (2007), il disco “E poi vivere” (2011) e l’album in lingua friulana “Tal cîl des Acuilis” (2012) (secondo classificato alle “Targhe Tenco 2013” nella categoria miglior “Album in dialetto e lingue minoritarie”).