mercoledì 09 agosto —  ore 20:45

Forni di Sopra / Ciasa dai Fornés

Le Tre Meno un Quarto

maggiori informazioni

Incorniciata dalle splendide vette delle Dolomiti Friulane Orientali, nella lista del Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO, situata nel cuore di una conca ampia e soleggiata, Forni di Sopra si trova nella parte orientale del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, uno dei più vasti dell’arco alpino e tra i più ricchi di animali selvatici. Le caratteristiche naturali del territorio consentono di praticare molteplici attività sportive all’aria aperta lungo tutto l’arco dell’anno, in un contatto costante con la natura.

La secentesca casa rurale della Busa era un tempo alloggio di uomini e animali, una residenza dove si praticavano, accanto all’agricoltura, lavori legati al ferro e alle fibre tessili. Recentemente è stata oggetto di restauro e con la sua apertura al pubblico la struttura è stata nominata “Ciasa dai Fornés” e al piano terra ospita un’esposizione intitolata “Il filo dei ricordi”. Forni di Sopra, conosciuta anche come località “bella fra le più belle delle Dolomiti Orientali”, come scrisse Berti, accademico del C.A.I. Frequentata stazione turistica dai primi del Novecento, rappresenta il ponte ideale fra Carnia e Cadore, attraverso il passo della Mauria che unisce le due subregioni alpine.

15/08 – 43^ CIAMINADA Corsa promozionale organizzata dalla Società Sportiva Fornese. Il percorso si svolge su sentieri e piste di fondovalle lungo due distanze: giro corto per bambini, lunghezza 6 km e giro lungo di 9 km.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

La Taranta e le canzoni più famose della tradizione popolare del centro e sud Italia

Nato nel 2012, offre delle versioni personali di brani tradizionali con arrangiamenti che seguono la semplicità e l’immediatezza tipiche della musica popolare. Il repertorio proposto spazia da canti a cappella a musica da ballo, ripercorrendo le regioni del sud Italia come in un vero viaggio sonoro: dai valzer siciliani al canto sul tamburo dell’area Vesuviana, dalle tarantelle calabresi alla pizzica salentina. Non mancano le canzoni romane: serenate, stornelli e canti della malavita. Per la spiccata teatralità delle interpretazioni e l’energia messa in gioco questo gruppo riesce a coinvolgere il pubblico e a far ballare gli appassionati e non solo. Le Tre Meno un Quarto hanno suonato in moltissimi eventi in tutta Italia: dalle feste di piazza ai teatri, dalle location d’eccezione della Capitale ai festival di musica folk. Hanno all’attivo un omonimo disco che contiene alcuni dei brani più cari al gruppo, mentre un secondo è in preparazione.