sabato 26 luglio 2008 —  ore 20:45 — Ovaro / Pieve di Santa Maria di Gorto

Le partite di Bach

Date

Collocata su uno sperone di roccia c’è la Pieve di Santa Maria di Gorto, uno degli edifici più antichi di tutto il Friuli. La chiesa viene citata in documenti del 1136 e del 1299, ma l’origine sembrerebbe essere più antica, come dimostra il ritrovamento sul posto di elementi scultorei attribuibili a un luogo di culto risalente all’VIII secolo. Poco distante la Pieve si trova il complesso turistico ambientale di Aplis con il Museo del legno e della Segheria Veneziana, un’esposizione faunistica e l’Hotel Ristorante Aplis, meta ideale di ristoro.

Dal 13 al 15/07 LA SAGRA DEL MALGARO
Spaccato della vita di un tempo con musica, folklore e mostra mercato dei prodotti caseari, quest’anno protagonista dell’evento sarà un’esposizione dei “scarpez” nelle varianti e modelli della Carnia. Nella giornata di domenica sarà possibile salire in malga, con prenotazione allo 0433 677782.

01/09 14° TAPPA DEL CAMMINO DELLE PIEVI
Da Prato Carnico alla pieve di Santa Maria di Gorto a Cella di Ovaro; animazione spirituale a cura dell’Arciconfraternita “Pieres Vives”.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

J. S. BACH Partita n.1 in si minore, BWV 1002 Allemande – Double – Courante – Double (Presto) Sarabande – Double – Tempo di Borea – Double
J. S. BACH Partita n. 2 in re min. B.W.V. 1004. Allemanda – Corrente – Sarabanda – Giga – Ciaccona

Nato ad Avignone, PIERRE HOMMAGE è stato definito da Olivier Messiaen “un magnifico violinista”. Ha iniziato gli studi musicali nel Conservatorio della sua città natale, prima di essere ammesso, cinque anni più tardi, nella classe di Christian Ferras al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica di Parigi, dove ha ottenuto i suoi primi premi di violino e di musica da camera. Ha studiato anche con il violinista russo Wiktor Libermann ed ha ricevuto nel 1985 il diploma d’onore all’Accademia Chigiana di Siena nelle classi di Henryk Szeryng e Franco Gulli. Ha debuttato in Italia nello stesso anno al Festival Internazionale di Cremona, partecipando, assieme a Salvatore Accardo e Shlomo Mintz, all’Integrale delle Sonate e delle Partite per violino solo di J.S. Bach, per commemorarne il trecentenario della nascita nel ‘85.

Da allora, l’attività artistica di Pierre Hommage in recital, con orchestra, in musica da camera o nel campo dell’insegnamento si è sviluppata in tutto il mondo, dalla Sala grande del Conservatorio Ciaikovsky di Mosca alla Carnegie Hall di New York. Nella stagione corrente è impegnato in Svizzera (Losanna), Portogallo, Italia, Romania (Sala dell’Ateneum Enescu di Bucarest), Russia (al Festival Internazionale di San Pietroburgo), Belgio ed in diversi festivals francesi (Normandie, les Musicales de Pontivy, les Rencontres Musicales de Loraine, le Festival de Colmar…). La musica francese occupa un grande spazio nella sua discografia, con l’opera per violino di J.E. Bonnal; questo disco registrato nel ‘98 per “Pavane Records”, è stato salutato dalla stampa specializzata “Choc du monde de la musique”, ottenendo 4 Diapasons. Ha registrato inoltre per “3D Classics” l’opera per violino e pianoforte di Joseph-Guy Ropartz ed il Concerto per violino e orchestra op. 77 di Brahms, accompagnato dalla Filarmonica di Timisoara.