venerdì 15 luglio 2016 —  ore 20:45

Socchieve / Pieve di Santa Maria Annunziata di Castoia

I Solisti Veneti

ENSEMBLE VIVALDI

maggiori informazioni

Nota con il toponimo di Castoia, quella di Santa Maria Annunziata è una delle più belle pievi della Carnia. La prima chiesa di cui si abbia notizia risale probabilmente al VI secolo mentre l’attuale edificio ai secoli XVIII e XIX. Tra i capolavori che ospita c’è la tela della Madonna degli Angeli di Nicola Grassi (1741). Si consiglia di visitare anche l’attiguo cimitero e la Maina affrescata da Gianfrancesco da Tolmezzo alla fine del XV secolo.

VISITA
Dalle 20.00 una guida sarà a disposizione per illustrare la chiesa e l’antico cimitero.

CENA
Prima o dopo il concerto è possibile prenotare in questi ristoranti:
Socchieve, “Locanda alla Rosa”, specialità pesce (335 7852894) Lungis, “Agriturismo in Già”, produzione propria (339 5474702)
Viaso, “Ristorante La Baita”, tradizioni del territorio (0433 801034)
Nonta, “Osteria di Nonta”, mangiare come una volta (338 5987306).

Arte, Cultura, Lavoro rassegna multidisciplinare presso il Centro Culturale di Socchieve. Per l’occasione l’esposizione potrà essere visitata anche dopo il concerto.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

A. Vivaldi Concerto in Re min. per archi RV 127

G. Tartini Sonata in Sol min. “Il trillo del diavolo” per violino e archi

W. A. Mozart Eine kleine Nachtmusik K 525

N. Piovani La vita è bella

N. Paganini Variazioni sul tema della Preghiera “Dal Tuo stellato soglio” per violino e archi

P. de Sarasate Zingaresca per violino e archi

Uno degli ensemble d’archi italiani più apprezzati al mondo, con la partecipazione straordinaria del celebre violinista italo-serbo Teofil Milenkovic, in una delle pievi carniche più ammirate per storia e bellezza. È questo il concerto d’ouverture della venticinquesima edizione di Carniarmonie che apre il festival con un avvincente percorso cameristico, dal barocco al contemporaneo.
Incentrato sui grandi compositori e virtuosi italiani, assieme a Mozart e de Sarasate, il programma musicale mette a dialogo Vivaldi, Tartini e il salisburghese nella prima parte, come espressione della ricerca formale tra Sei e Settecentesco, e le evoluzioni romantiche, tardoromantiche e contemporanee di Paganini, de Sarasate e Piovani. Un concerto dove è la melodia a fare da padrona, sostenuta da soluzioni armoniche paghe di un’orecchiabilità che ammicca al divertimento, al piacere, alla bellezza, complici le incantevoli sonorità degli archi e le sane bizzarrie del più puro virtuosismo.

L’ENSEMBLE VIVALDI de I Solisti Veneti è una formazioni cameristica composta dai più popolari interpreti de I Solisti Veneti fondati nel 1959 da Claudio Scimone, giunti al vertice dei valori mondiali con oltre 5.500 concerti, 350 registrazioni e la partecipazione ai massimi festival internazionali e la ricchezza di varie iniziative editoriali, culturali e promozionali di alto livello artistico.

TEOFIL MILENKOVIC è uno dei violinisti attualmente più apprezzati, vincitore di 39 primi premi in vari concorsi nazionali e internazionali, con all’attivo oltre seicento concerti tenuti in tutto il mondo. È descritto dalla stampa italiana e internazionale come un fenomeno rarissimo, sia per la sua musicalità e bravura tecnica, sia per il temperamento particolare e trascinante delle sue esibizioni.