giovedì 01 agosto 2013 —  ore 20:45

Socchieve / Pieve di Santa Maria Annunziata di Castoia

Fvg Mitteleuropa Orchestra
Pavel Šporcl violino
Stefano Mazzoleni direttore

maggiori informazioni

Nota con il toponimo di Castoia, quella di Santa Maria Annunziata è una delle più belle pievi della Carnia. La prima chiesa di cui si abbia notizia risale probabilmente al VI secolo mentre l’attuale edificio ai secoli XVIII e XIX. Tra i capolavori che ospita c’è la tela della Madonna degli Angeli di Nicola Grassi (1741). Si consiglia di visitare anche l’attiguo cimitero e la Maina affrescata da Gianfrancesco da Tolmezzo alla fine del XV secolo.

VISITA
Dalle 20.00 una guida sarà a disposizione per illustrare la chiesa e l’antico cimitero.

CENA
Prima o dopo il concerto è possibile prenotare in questi ristoranti:
Socchieve, “Locanda alla Rosa”, specialità pesce (335 7852894) Lungis, “Agriturismo in Già”, produzione propria (339 5474702)
Viaso, “Ristorante La Baita”, tradizioni del territorio (0433 801034)
Nonta, “Osteria di Nonta”, mangiare come una volta (338 5987306).

Arte, Cultura, Lavoro rassegna multidisciplinare presso il Centro Culturale di Socchieve. Per l’occasione l’esposizione potrà essere visitata anche dopo il concerto.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

P. I. Tchaikovsky
Concerto per violino e orchestra
in Re magg. op. 35
Allegro moderato – Canzonetta: Andante- Finale: Allegro vivacissimo

W. A. Mozart
Sinfonia n. 35 in Re maggiore K 385
“Haffner“
Allegro con spirito – Andante – Minuetto – Finale: Presto

Z. Kodály
Danze di Galanta

PAVEL ŠPORCL, ha iniziato lo studio del violino a 5 anni, e dopo il diploma al Conservatorio di Praga, ha continuato gli studi negli Stati Uniti. Ha ottenuto diversi premi e menzioni. Il suo repertorio comprende 40 concerti per violino e orchestra, innumerevoli sonate, composizioni da camera e virtuosistiche. Si è esibito con le più importanti orchestre: Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, National Orchestra de France, Orchestre de Paris, Czech Philharmonic Orchestra, Tokyo Metropolitan Symp. Orchestra, Kyoto Symphony Orchestra, Suisse de Romande, Orchestre National de Lille, Sinfonia Varsovia, Slowenische Philharmony, New World Symphony Orchestra, Slovak Philharmony, Staatkapelle Weimar, Hungarian Radio Orchestra collaborando con direttori quali V. Ashkenazy, L. Pesek, V. Fedoseyev, R. Mintzuk, A. Nelsons, Y. P. Tortelier, J. Belohlavek, I. Volkov, J. Kout, G. Pehlivanian, J. J. Kantorow, P. Altrichter. Ha al suo attivo un’intensa discografia per EMI, Universal, Supraphon. Non solo, ama oltrepassare i confini della musica classica collaborando con artisti di diversa estrazione.

STEFANO MAZZOLENI direttore d’orchestra e contrabbassista, si è specializzato nella direzione del repertorio del XX secolo e contemporaneo. Ha diretto molte orchestre sinfoniche in Italia ed all’estero (Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra sinfonica della Provincia di Bari, Filarmonica di Città del Messico, Orchestra di Stato del Messico, Orchestra Estable del Teatro Colon, Sinfonica Nacional a Buenos Aires, Sinfonica di Sapporo, Chamber Ensemble of London in St Martin in the fields, Filarmonica di Bruxelles, Dohnany Symphony di Budapest, Sinfonica di Pechino, New Philarmonia di Hong Kong, Taipei Symphony Orchestra, Sinfonica di Izmir). La sua attività si esprime però anche come ideatore di progetti culturali. Uno di questi, il festival “Finestre sul Novecento” di Treviso che ha fondato nel 1995 e di cui è stato direttore artistico fino al 2007, dedicato alla musica moderna e contemporanea ed dal 2010 il festival di musica da camera “Salotto musicale” a Treviso e provincia. È stato membro della giuria in diversi concorsi fra cui il “Mario del Monaco” di canto a Castelfranco Veneto ed il “Mario Gusella” a Pescara di direzione d’orchestra ed è socio della “Società Internazionale di Musica Contemporanea” e dell’European Conference of Promoter of New Music.