domenica 10 agosto 2014 —  ore 20:45

Socchieve / Pieve di Santa Maria Annunziata di Castoia

Ensemble Variabile

maggiori informazioni

Nota con il toponimo di Castoia, quella di Santa Maria Annunziata è una delle più belle pievi della Carnia. La prima chiesa di cui si abbia notizia risale probabilmente al VI secolo mentre l’attuale edificio ai secoli XVIII e XIX. Tra i capolavori che ospita c’è la tela della Madonna degli Angeli di Nicola Grassi (1741). Si consiglia di visitare anche l’attiguo cimitero e la Maina affrescata da Gianfrancesco da Tolmezzo alla fine del XV secolo.

VISITA
Dalle 20.00 una guida sarà a disposizione per illustrare la chiesa e l’antico cimitero.

CENA
Prima o dopo il concerto è possibile prenotare in questi ristoranti:
Socchieve, “Locanda alla Rosa”, specialità pesce (335 7852894) Lungis, “Agriturismo in Già”, produzione propria (339 5474702)
Viaso, “Ristorante La Baita”, tradizioni del territorio (0433 801034)
Nonta, “Osteria di Nonta”, mangiare come una volta (338 5987306).

Arte, Cultura, Lavoro rassegna multidisciplinare presso il Centro Culturale di Socchieve. Per l’occasione l’esposizione potrà essere visitata anche dopo il concerto.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

F. J. Haydn
Trio in Re maggiore
per flauto, violoncello e pianoforte
Allegro-Andantino più tosto-Allegretto Vivace assai

L. Van Beethoven
Trio op 11
Allegro con brio – Adagio
Thema e variazioni “Pria ch’io l’impegno”

G. Donizetti
Sonata in Do magg.
per flauto e pianoforte Largo,
Allegro

J. Brahms
Trio op.114
per clarinetto violoncello e piano
Allegro-Adagio-Andantino grazioso-Allegro

L’Ensemble Variabile nasce da un’idea di Claudio Mansutti con l’intento di unire un gruppo di musicisti al fine di eseguire repertori cameristici che prevedano diverse formazioni.

Claudio Mansutti, ha vinto 5 Concorsi nazionali e internazionali di musica da camera. Si è esibito in veste di solista con la Zagreb Radio and Television Orchestra, Orchestra UECO presso Sala Verdi di Milano, Virtuosi di Praga, Salzburger Solisten, Vienna Mahler Orchestra, Dolomiti Sinfonia, Budapest Chamber Orchestra, Moravian Philharmonic Orchestra, Zlin Philharmonic Orchestra, Hradec Kralove Philharmonic Orchestra, Radom Chamber Orchestra, FVG Mitteleuropea Orchestra, Orchestra Regionale Siciliana.

Massimo Mercelli a diciannove anni diviene primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia, vince il “Premio Francesco Cilea”, il “Concorso Internazionale Giornate Musicali” e il “Concorso Internazionale di Stresa”. Suona regolarmente nelle maggiori sedi concertistiche del mondo: Carnegie Hall di New York, Herculessaal e Gasteig di Monaco, Mozarteum di Salisburgo, Teatro Colon di Buenos Aires, Concertgebouw di Amsterdam, Victoria Hall di Ginevra, San Martin in the Fields e Wigmore Hall di Londra, Parco della Musica di Roma, Filarmonica di San Pietroburgo, Filarmonica di Varsavia.

Andrea Musto ha fatto parte del quartetto d’archi “Voces intimae”, mentre dal 1997 ha suonato con il “Prometheus Quartett” di Colonia (Germania). Ha collaborato con numerose formazioni orchestrali, in Italia, Austria e Germania. Nel 1999 ha avuto un contratto come “Primo Violoncello“ presso il Teatro di Klagenfurt. Ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche per la RAI, la ORF (Austria), la RTV (Slovenia) e la RTE (Spagna). Dal 2001 collabora stabilmente come primo violoncello dell’Orcheatra Regione FVG.

Federica Repini si è diplomata in pianoforte presso il Conservatorio di Trieste sotto la guida di Roberto Repini con il massimo dei voti e la lode. Si perfeziona quindi con il M° Bertucci a Napoli e con il M° Ortis alla Hochschule di Brema. Vincitrice del concorso “F. Schubert” di Moncalieri, ha suonato come solista anche con orchestra, in diverse formazioni cameristiche e registrato per la Radio Televisione Italiana, Slovena, Croata e Tedesca. Ha collaborato per diversi anni in qualità di pianista ai corsi di musica da camera di Follina e Colonia. Svolge intensa attività didattica.