sabato 20 agosto 2016 —  ore 20:45

Tolmezzo / Museo Carnico delle arti e tradizioni popolari

Amôrs

13 Canzoni per voce e pianoforte

maggiori informazioni

Tolmezzo è il capoluogo storico della Carnia, situato in posizione strategica allo sbocco del canale di S. Pietro nella media valle del fiume Tagliamento. La città appartenne prima ai Patriarchi di Aquileia, si alleò poi con la signoria veneziana diventando infine città italiana nel 1866. È stata proclamata Città Alpina 2017 ed ha un suggestivo centro storico che conserva le tracce dell’impianto urbano quattrocentesco. Delle antiche mura del borgo rimangono ancora palazzi e vie porticate, dal quale si può raggiungere con una passeggiata di mezz’ora la Torre Picotta, situata in posizione dominante la vallata e ultimo baluardo, assieme alla Porta di Sotto, della Tolmezzo fortificata del Medioevo.

MUSEO CARNICO DELLE ARTI POPOLARI
Ospitato nel secentesco Palazzo Campeis espone una ricca collezione di materiale etnografico, artistico ed artigianale raccolto dal senatore Michele Gortani. Il percorso si snoda in 30 sale che ricostruiscono gli ambienti domestici e di lavoro: la cucina, le camere, il tinello, le botteghe del battirame-ottonaio, del tessitore e del falegname.

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Amôrs è un progetto musicale di canzoni per voce e pianoforte del compositore friulano Renato Miani basate sull’omonima raccolta di poesie in friulano di Pierluigi Cappello, un’idea tanto apprezzata che ha avuto coronamento con la pubblicazione dell’omonimo album.
Antema è invece una bottega artigiana di moda e design che si ispira, attualizzandola, alla più pura tradizione tessile carnica. Capi e accessori realizzati interamente a mano con filati naturali, dove la classe e l’alta qualità dei manufatti, realizzati tutti come pezzi unici, vengono incontro al gusto, allo stile, all’eleganza e alle necessità pratiche della vita moderna.
L’incontro a Carniarmonie di arte musicale, poetica e costume, a firma di autori, interpreti e stilisti del Friuli Venezia Giulia, vuole essere espressione di reciproco scambio tra i saperi d’arte e le emozioni nel nome dell’amore, degli amori, dai amôrs, in lingua friulana.
Il concerto silloge, è il risultato di composizioni nate dalla fusione di diverse fonti d’ispirazione tra sacro e profano, dalla musica leggera alla liederistica tedesca, senza escludere sfumature jazz.
Questo orientamento ha permesso di creare un mondo sonoro particolarmente ricco ed articolato, comunicativo e ricercato allo stesso tempo, interpretato dalla bravura di due giovani talenti friulani anch’essi provenienti da formazioni musicali diverse: Elsa Martin alla voce, di formazione jazzistica, e Matteo Andri al pianoforte, di formazione classica.

Dal pomeriggio e fino ad inizio concerto, guidati dalla stilista e titolare di Antema, Antonella Stafutti, sarà possibile visitare l’atelier sito di fronte al Museo Carnico di Tolmezzo.

Elsa Martin si è diplomata in musica jazz al Conservatorio di Klagenfurt. Nel 2012 esce il suo primo album, vERsO, finalista alle Targhe Tenco nella sezione Opera Prima. Tra le varie vittorie, è vincitrice assoluta del Premio Parodi 2012, del Premio della Critica al Premio Bianca D’Aponte 2014 e ha ricevuto la menzione speciale per la migliore interpretazione al Premio Bindi 2013.

Matteo Andri, si è diplomato in pianoforte e in composizione con il massimo dei voti al Conservatorio di Udine. Ha studiato con Rivera, Canino, Petrushansky, Risaliti e col Trio di Trieste, il Trio di Parma e con l’Ensemble Moderno. Ha vinto diversi premi nazionali e internazionali.


Si ringrazia per la partecipazione l’artigianato carnico di moda e design
antema