CLAUDIO CAMPADELLO

Claudio Campadello nato a Napoli. Da bambino i primi approcci da autodidatta con il pianoforte e a 11 anni gli studi musicali, dapprima con la chitarra per poi passare al basso elettrico ed al contrabbasso sotto la guida di F.Petracchi.

Diplomato con il massimo dei voti, si perfeziona alla scuola di Fiesole, all’Accademia W.Stauffer di Cremona e alla Chigiana di Siena.

La conoscenza della Musica Moderna (Blues, Jazz) la apprende da autodidatta, e con una continua attenzione ai programmi del Berklee College of Music. L’estate del 1978 la trascorre a New York frequentando numerosi Jazz clubs.

A 19 anni inizia i primi lavori come professionista partecipa a tournee nazionali con noti cantanti del panorama Pop e con diverse formazioni Jazz, dal trio alla Big Band. (G.Iacoucci, S.Nistico, M.Zazzarini, G.Ascolese, R.Giuliani, C.Santucci).

Alcune sue musiche sono state apprezzate da Bruno Canfora ed utilizzate per balletti funky in programmi televisivi della Rai.

Nel 1985 supera le audizioni per il teatro Petruzzelli di Bari, per l’orchestra Rai, e le selezioni per l’ECYO (Orchestra Giovanile Europea).

Inizia, quindi l’attività Classica che lo porta a suonare nei principali teatri e auditori Italiani ed Europei.

Collabora con: l’orch. Giovanile Italiana; Orchestre Rai di Napoli e Roma dal ’86 al ’94; con l’Accademia Nazionale di S.Cecilia dal ’90 al ’94; con gruppi da camera tra cui “Roma Sinfonietta”, “Gruppo Musica d’Oggi”, “Camerata Strumentale di Napoli”.

Nomi di prestigio con cui ha lavorato sono: L.Bernstein, G.Sinopoli, S.Accardo, E.Imbal, D.Oren, L.Mazhel, M.Pollini, C.M. Giulini, B.Canino, K.Ricciarelli ecc.

Ha collaborato come primo contrabbasso con: Orch. RAI, Sinfonica Calabrese, Orch. Internazionale d’Italia, International Chamber Ensamble.

Nel 1987 vince il 1° premio al concorso per archi Acada-Endas “città di Genova”.

Come turnista ha inciso presso gli studi Forum e Trafalgar di Roma, più di 50 colonne sonore per film, collaborando spesso con E.Morricone (Ninfa plebea; Il muro di gomma; Il pianista sull’oceano; ecc.). Ha inciso anche per la RAI e la Edi-pan. Ha effettuato tournée in Italia, Nord-Africa, Scandinavia, Yugoslavia.

Dal 1998 inizia a perfezionare una particolare tecnica esecutiva sul basso elettrico che lo porterà ad esibirsi in trio (basso, batteria, piano), con sue composizioni strumentali, brani per solo basso elettrico e “canzoni bassistiche”.

Suscita sempre grandissimo consenso ed entusiasmo “Birdland” di J.Zawinul eseguita solo con il basso.

Gli artisti